We heart Janet Fischietto

Chi sei?

-Iniziamo bene con una domnada facile facile...conoscendomi dovresti chiedermi "Chi sei oggi?"Giuro nessuna bipolarità! Solo una ragazza a cui piacere giocare con make up, travestimenti,mise en scene, colore e tanta passione per le epoche passate. 

Su quale palcoscenico hai avuto più emozioni nella tua carriera?

-Nella mia carriera artistica ho vissuto diverse sensazioni forte sui palchi... credo le piu' forti in assoluto siano stati "Il Gran Teatro di Piazza San Marco" a Venezia, Teatro Nazionale a Milano o nella meravigliosa Hôtel de ville di Nancy.

Cosa rende sensuale una donna?

-Il carisma e sicuramente la giusta fisicità aiuta.

Come fai a gestire tutti i tuoi fan/corteggiatori?

-Sai, il mondo che mi trovo a frequentare è animato da persone galanti che sanno come rivolgersi a una donna, difficile diano fastidio. Anzi io sono felice che ci siano persone donne o uomini che entrano in "simbiosi" quasi con il mio lavoro. Tanti mi regalano dipinti, disegni, poesie, c'è uno scambio artistico. Mi trovo spesso ad essere inconsciamente la loro musa...stupendo! Uno dei miei credo è di rendere ogni momento della vita uno still life di un'esistenza vissuta ad arte...meglio di cosi!?

In che periodo storico ti piacerebbe rinascere?

-Credo fine '800 per potermi godere al meglio i 10-20-30!

Cosa o chi rimpiangi degli anni 80?

-Artisti come Keith Haring, registi come Spike Lee, l'esordio della favolosa Madonna, nn aver vissuto a NYC e non aver fatto parte dei Club Kids....ahhh tante cose!

Hai uni spirito guida?

-Mi dissero un pittore del '700, ma non ci ho mai creduto molto.

Cosa non deve mai dirti un uomo?

-Mmm, ho dimenticato il portafogli a casa e la mia carta di credito l'ha rosicchiata il criceto, OFFRI TU?

Cosa pensi prima di addormentarti?

-A cosa devo fare il giorno dopo senza guardare l'agenda...tengo la mente allenata come gli anziani.

Hai mai pensato di diventare una Suicide Girl?

-Ci ho pensato, ma non ho fatto in tempo a pensarci troppo che dopo pochi mesi avevo il mio primo servizio pubblicato! Oggi riguardo e penso: che divertente!